Busta lettera postale -La B.L.P.

Con Regio Decreto del 29 ottobre 1920 n. 1678 veniva autorizzata l’emissione delle Buste Lettere Postali

e dei relativi francobolli sovrastampati B.L.P.

La concessione era data, al fine di raccolta fondi, alla Federazione Nazionale dei comitati di assistenza ai militari ciechi, storpi e mutilati.

Per incentivare la vendita veniva effettuata ad un prezzo di 5 centesimi inferiore al valore facciale del francobollo, rinvenendo gli introiti da tutta la pubblicità presente sull’esterno e nell’interno della busta.

 

 

Il Gutenberg italiano

castalkdi

Panfilo Castaldi ( 1398 – 1479 )

medico e letterato, cittadino della Serenissima Repubblica di Venezia, viene accreditato come il “vero” inventore

dei caratteri mobili per la stampa

Notopfer 2

Si trova spesso su buste viaggiate in Germania subito dopo il conflitto mondiale questo piccolo francobollo blu.

notopfer

Traduciamo quanto scritto sopra come
Emergenza per le vittime / 2 Berlin / Segnatasse
Alla fine della guerra la Germania fu divisa in quattro zone : americana, francese, inglese e russa. Sebbene Berlino si trovasse in zona russa, fu divisa a sua volta in quattro zone. Il 24 giugno 1948 i Russi bloccarono l’accesso via terra a Berlino e gli alleati dovettero ricorrere alle vie aeree. Il blocco cessò il 4 maggio 1949, ma il corridoio aereo rimase aperto fino al 30 settembre.I Notopfer furono utilizzati nella zona americana e inglese ad iniziare dal 1 dicembre 1948. Viene considerato un francobollo per tasse ed il suo utilizzo era obbligatorio su tutta la posta in partenza dalla Bizone per altre destinazioni nella Germania Ovest. Era necessario un solo francobollo e la sua mancanza comportava il ritorno a mittente. Il ricavato della vendita servì per la ricostruzione di Berlino Ovest.